Escursione A Cima Vezzena In Inverno Con Le Ciaspole

Dall’articolo di Andrea Pizzato sul suo bellissimo blog “Montagna di Viaggi”.

Una delle escursioni invernali più belle da fare con le ciaspole in Trentino si trova sull’Alpe Cimbra e più precisamente a Passo Vezzena. Vi avevo già raccontato come si svolge l’escursione al Pizzo di Levico o Cima Vezzena in estate, questa volta, ve la racconto in chiave invernale con un percorso  un po’ diverso.
Ho avuto il piacere di effettuare questa camminata durante il weekend della Ciaspomagna Cimbra, una ciaspolata di gruppo che si svolge di sera, lunga 6 km, con varie soste dove degustare le specialità locali. Un evento che vi consiglio di partecipare e di prenotare in anticipo perchè è sempre sold out! Qui vi lascio il link:

https://www.alpecimbra.it/it/ski-area-alpe-cimbra/ski-area-alpe-cimbra/ciaspomagna-cimbra/548-4644.htmlEcco quindi che l’escursione a Cima Vezzena diventa un’anteprima di tutte le camminate che mi aspetteranno in questa 3 giorni sull’Alpe Cimbra.

SI PARTE DAL PASSO VEZZENA
Una volta parcheggiata l’auto nei pressi dellhotel Vezzena, seguo la stradina che conduce al forte Verle, uno dei 9 forti che componevano il fronte d’acciaio a difesa dell’impero austroungarico. Qui faccio una sosta per ammirare dall’esterno il forte (non si può entrare) e seguo il sentiero avvicinandomi sempre di più al versante di Cima Vezzena.
 
NB. Se volete saperne di più sul Forte Verle, leggete il mio post dedicato ai Forti Grande Guerra Alpe Cimbra.
Dopo circa 30 minuti dal parcheggio trovo sulla sinistra l’indicazione CAI per il Pizzo di Levico, sentiero 205, quello fatto in estate. Non lo prendo e continuo sempre dritto, quasi in maniera pianeggiante, nel bosco su una stradina forestale, fino a trovare, all’altezza di una curva stretta, le indicazioni per Cima Vezzena.
 
STRADA MILITARE
Questo tratto di sentiero fa parte di una delle tantissime strade militari che servivano per permettere il trasporto di materiali da costruzione, artiglierie e munizioni ai forti. Da un punto di vista ingegneristico le strade militari dovevano rispettare precise caratteristiche costruttive: pendenza non superiore al 10%, larghezza media di 3 metri e raggio delle curve di 10 metri.
Ecco quindi che camminare sulla neve in una strada del genere è davvero perfetto e semplice. Di certo non all’epoca, visto che dovevano trasportare materiali pesantissimi, anche nelle condizioni più avverse!
 
Una volta preso la strada continuo sempre in salita costante all’interno del bosco fino a spuntare quasi al Pizzo di Levico. Una volta fuori dal bosco vi mancheranno solo poche centinaia di metri per la vetta, la si può notare per la grande croce.
IN CIMA
Dalla cima si può ammirare uno dei panorami più belli del Trentino! Bellissimo in estate ma altrettanto in inverno! I laghi di Levico e Caldonazzo in primo piano con sullo sfondo le Dolomiti di Brenta. Alle mie spalle, invece, tutta l’Alpe Cimbra e le vette più alte dell’Altopiano di Asiago con Cima Portule. Davvero bellissimo. Calcolate due ore per arrivare quassù e 500 metri di dislivello!
 
Visto che non ci sono punti ristoro, mi sono attrezzato per bene prima di partire. Oggi ho avuto il piacere di provare per la prima volta Bivo Ready To Use, un alimento completo e bilanciato pronto in pochissimi secondi. E’ ideale in ogni momento della giornata e può essere consumato a colazione, pranzo, a cena, oppure in situazioni come quella di oggi dove non ci sono posti dove mangiare o non si ha tempo per preparare il pranzo a sacco, evitando così di mangiare i soliti cibi veloci e poco salutari. Una bottiglietta di Bivo contiene tutti i macronutrienti di un pasto normale, seguendo le proporzioni nutrizionali della dieta mediterranea con i gusti di capuccino e vegetale.
Per i lettori del blog è valida l’offerta del 10% su tutti i prodotti Bivo con il codice sconto MDV76. Per ordinare a prezzo super vantaggioso i prodotti Bivo è sufficiente andare su www.bivo.it e aggiungere il prodotto che avete scelto al carrello. Successivamente, al momento del check out, vedrete una casellina bianca in cui è possibile aggiungere il codice sconto MDV76. Il codice è valido sui prodotti che sono già scontati.
SI TORNA A PASSO VEZZENA
Una volta fatte le foto di rito, inizio la discesa verso il Pazzo Vezzena seguendo lo stesso sentiero dell’andata. Calcolate meno tempo per il ritorno visto che è in discesa.
Se siete interessati ad altre uscite da fare in zona leggete il mio post escursioni invernali sull’Alpe Cimbra.
DOVE MANGIARE E DORMIRE
Qui sull’Alpe Cimbra soggiorno presso l’agriturismo Galeno a Luserna, un agriturismo in tipico stile alpino con camere luminose, ambienti caldi con molto legno e un’ottima prima colazione. Se cercate un posto tranquillo, coccolo e un po’ isolato questo è quello che fa per voi!
 

Per cena, invece, vi consiglio di andare presso il ristorante Rivetta, nei pressi di Passo Vezzena, qui vi attenderanno piatti davvero abbondanti come i tortel di patate, canederli e formaggio alla piastra con funghi e polenta. Il modo ideale per recuperare le energie dopo una lunga camminata sui monti!

Per maggiori informazioni, visita il sito ufficiale dell’Alpe Cimbra

—-
 
Link all’articolo originale nel blog Montagna di Viaggi:

https://www.montagnadiviaggi.it/2020/02/cima-vezzena-pizzo-levico-escursione-inverno-neve-ciaspole.html?fbclid=IwAR3SgFsh4StetSQSdwjOXTKsCnbb3iIW6PK2uQ2uZLS716T-BfVYgfDG2jY