Giornata mondiale senza sacchetti di plastica

Cosa viene usato in media per 12 minuti e rimane sulla Terra per i successivi 200 anni?” Non lo sapete? La risposta è il sacchetto di plastica. Ecco perchè il 12 Settembre di ogni anno viene celebrata la “Giornata Mondiale senza sacchetti di plastica”. Questa giornata è stata istituita nel 2009 da “The Marine Conservative Society”, una no profit inglese che si batte per la salvaguardia dell’ecosistema marino. Oggi, rispetto a 10 anni, fa questo  problema è ancora più sentito a causa del peggioramento della situazione nei nostri mari. Basti pensare che oltre metà delle tartarughe marine contiene nello stomaco sacchetti di plastica; oppure che che si prevede che nel 2050 nei nostri mari ci sarà più plastica che fauna marina.  

Proprio per sensibilizzare su questo tema l’opinione pubblica, The Marine Conservative Society aveva lanciato 10 anni fa questa giornata nella quale invitava tutti a non accettare e a non utilizzare sacchetti di plastica, utilizzando, al loro posto, borse riutilizzabili.

Il mondo della politica, almeno in Europa, si sta muovendo per combattere uno dei più spietati nemici dell’ecosistema in cui viviamo: la plastica usa e getta… Una decisione coraggiosa seppur presa con colpevole ritardo. Ciò nonostante il 12 Settembre mantiene un forte valore simbolico nel calendario di chi ha a cuore le sorti del nostro pianete.  

Per celebrare questa giornata simbolica abbiamo deciso di regalare una shopper in cotone blu Bivo a tutti coloro che dal 12 Settembre al 12 Ottobre acquisteranno Bivo sul sito nostro sito (https://www.bivo.it/prodotti/). Uno dei valori alla base del nostro progetto è proprio la sostenibilità ambientale perchè siamo convinti che il nostro attuale modello alimentare sia diventato insostenibile per il nostro pianeta (https://www.bivo.it/la-sostenibilita-ambientale/). 

Questo gesto simbolico ha lo scopo di dimostrare che l’utilizzo di oggetti di plastica è assolutamente smodato. Ormai questa tipologia di oggetti vengono utilizzati senza alcuna moderazione e senza ragionare sull’impatto gravissimo che hanno sull’ambiente che ci circonda. Pensiamo non solo ai sacchetti ma anche alle stoviglie e alle posate usa e getta o alle cannucce.

Sue Kinsey, capo progetto del programma inquinamento di MCS auspica che l’iniziativa: “funga da stimolo per coloro che ancora non riescono a fare a meno dei sacchetti. Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti perché la giornata si trasformi in un successo. Dobbiamo poter dimostrare che è possibile con la prevenzione eliminare facilmente una fonte di inquinamento da plastica che è la piaga di tutti i paesaggi e una reale minaccia per la fauna marina.”

Per questo motivo il 12 Settembre vi invitiamo a far sì che sia il vostro primo giorno senza sacchetti di plastica.