I percorsi più belli dell’Emilia Romagna

I primi articoli sui più bei percorsi trekking in Italia hanno avuto come protagoniste il Veneto, la Lombardia e il Trentino-Alto Adige. Abbiamo deciso di spostarci verso il centro Italia e di lasciare le maestose Alpi per gli Appennini, troppo spesso sottovalutati dagli amanti del trekking e della vita outdoor.

Ecco qualche suggerimento quindi su qualche sentiero e passeggiata dedicata a chi come noi ama vivere immerso nella natura 365 giorni all’anno e che vive in Emilia Romagna oppure ha deciso di trascorre qualche giorno in questa splendida regione.

Labirinto Dedalo

Partiamo con una proposta insolita ma che verrà apprezzata sicuramente da chi ama i rompicapo e non disdegna di tornare bambino, almeno per qualche ora. Il labirinto Dedalo si trova vicino a Cervia ed è il più grande labirinto d’Europa. Come in un film potrete entrare nel labirinto da un ingresso con lo scopo di trovare l’uscita distante appena 3 chilometri e mezzo… Se riuscirete a non perdervi, ma lo sviluppo complessivo del labirinto Dedalo è quasi il triplo. Sta quindi alla vostra abilità stabilire il numero di chilometri che dovrete percorrere.

Vi invitiamo inoltre a consultare il sito internet del labirinto Dedalo perché le iniziative organizzate in questo incantevole contesto sono davvero tantissime e particolari.

Per saperne di più:

http://www.labirintodedalo.it/index.php#index

Il parco dei 100 laghi

Se camminare in mezzo ai monti, magari innevati, ha il suo perchè, anche camminare mentre ci si specchia in una superficie cristallina può avere un fascino davvero irresistibile. In Emilia Romagna non possiamo non segnalarvi, quindi, il parco dei 100 Laghi. Un parco caratterizzato da diverse fasce altimetriche e da una conseguente notevole varietà di ambienti con un elevato grado di biodiversità. Si tratta di un ambiente ancora genuino in cui la natura si coniuga con l’attività umana facendo sì che nei pressi di questi luoghi nascano alcune delle eccellenze agroalimentari, il Parmigiano Reggiano e il Prosciutto di Parma su tutte, famose e riconosciute per la loro genuinità in tutto il mondo. In questo parco sono segnalate numerose passeggiate in grado di adattarsi alle esigenze di tutti.

Per saperne di più:

http://www.parks.it/parco.cento.laghi/iti.php

La via Francigena

Come si vuole il proverbio, “Tutte le strade portano a Roma”… Raccontandovi dei più bei percorsi trekking dell’Emilia Romagna non potevamo non nominare la Via Francigena, un fascio di vie che nell’Antichità dall’Europa occidentale conduceva a Roma. Si tratta di un itinerario storico che veniva percorso dai pellegrini già prima del X secolo. Le tappe italiane sono una quarantina, tra le quali si contano 6 tappe emiliano-romagnole per una lunghezza complessiva di circa 141,6 chilometri.

Per saperne di più:

http://www.emiliaromagnaturismo.it/it/vie-di-pellegrinaggio/via-francigena

La via degli Dei

Merita uno spazio anche la via degli Dei: un percorso millenario che collega il capoluogo emiliano con quello toscano permettendo agli amanti del trekking di apprezzare a pieno i fantastici paesaggi dell’Appennino Tosco Emiliano. Questo percorso risale addirittura al tempo degli Etruschi (VII-IV secolo a.C.), che lo hanno tracciato allo scopo di consolidare il proprio dominio sulla Pianura Padana. L’itinerario è stato utilizzato nelle epoche successive anche dai Romani, che ne pavimentarono una parte, e perfino nel Medioevo perché era il modo più agevole per attraversare l’Appennino a piedi o a cavallo.

Negli anni ‘90 il sentiero è stato sistemato in modo da dare la possibilità agli amanti dell’outdoor di attraversare numerosi luoghi di interesse naturalistico, storico e paesaggistico a quote intorno ai 1000 metri.

Le tappe di questa via sono 5, tutte di discreta lunghezza, e sono consigliate solo a chi ha un buon allenamento.

Per saperne di più:

http://www.viadeglidei.it/index.php?lang=it

L’alta via dei Parchi

L’alta via dei Parchi è un percorso di quasi 500 chilometri con salite e discese che attraversa l’Appennino in Emilia, Toscana e Marche ed è suddiviso in 27 tappe. Naturalmente ognuno è libero di scegliere quali tappe di questo itinerario affrontare visto che numerosi punti di accesso sono raggiungibili con mezzi pubblici. ll nome della via deriva dal fatto che questo straordinario percorso attraversa ben otto parchi, di cui due nazionali: il Parco dell’Appennino Tosco-Emiliano e il  Parco delle Foreste Casentinesi.

Il percorso permette di vivere panorami mozzafiato capaci di suscitare negli appassionati di outdoor un senso di libertà che solo i vasti orizzonti e la natura selvaggia sanno donare.

Per saperne di più:

http://ambiente.regione.emilia-romagna.it/parchi-natura2000/fruizione/altavia/allegati-alta-via-dei-parchi/AVP_impaginatocorretto.pdf

——

Vincere Bivo è semplice! Mandaci una recensione su un’escursione outdoor che hai portato a termine questa estate e, se sarà giudicata tra le migliori, verrà pubblicata sul blog e riceverai gratuitamente a casa un kit di prova di Bivo.