Intervista a Kyt Lyn Walken di C.R.O.W.

Kyt Lyn Walken è un ranger certificato che fa parte della famosa organizzazione no profit statunitense Conservation Rangers Operations Worldwide (C.R.O.W.). La pagina Facebook di C.R.O.W. è: https://www.facebook.com/CROWNGO.ORG/Il sito web è: https://crowngo.org/ (attenzione, immagini forti all’interno del sito).

Oltre a questo tiene dei corsi per appassionati di Man-Tracking ed è fondatrice dell’associazione MountHome.

Da qualche settimana utilizza Bivo come alimento durante i suoi tracking, ma non solo.

Siamo onorati del suo apprezzamento nei confronti di Bivo e abbiamo deciso di farle quealche domanda per sapere di più sul suo lavoro e le sue attività.

D: Vorremmo innanzitutto sapere come sei diventata una ranger. Da quanto tempo svolgi questa missione e come ti sei formata?  

Kyt: Io ho in realtà cominciato ad avvicinarmi, nel 2015, all’arte del Tracking, ovvero del seguire le tracce e nello specifico quelle di natura umana. Ho poi scoperto che, a parte l’ambiente forensico, i principali utilizzatori di quest’arte sono i Ranger che proteggono le specie a rischio di estinzione (e non solo). Condividendo l’amore per la natura e l’interesse per la conservazione, ho quindi deciso nel 2018 di prendere parte ad un corso di intensivo di due settimane organizzato da una NGO registrata americana, C.R.O.W. per apprendere le loro metodologie e contribuire alla salvaguardia del nostro pianeta.

D: Ci puoi spiegare in cosa consiste esattamente il tuo lavoro?

Kyt: Il lavoro del Conservation Ranger consiste principalmente nel sorvegliare aree selvagge talvolta immense, alla ricerca di Snares (trappole per animali) e Bracconieri, salvare animali intrappolati e curarli, svolgere attività di ricerca, riparare le barriere perimetrali e tutto quello che occorre per proteggere la biodiversità del nostro pianeta.

D: Essere un ranger significa vivere immersi nella natura, quali sono i posti più impegnativi?

Kyt: C.R.O.W. Opera principalmente in aree a medio ed alto rischio, in Africa ed Asia principalmente. Ogni ambiente rappresenta una scoperta, dalla Jungla del Congo ai picchi del Karakorum, dal deserto Namibiano al Bush sudafricano. Penso siano tutti luoghi speciali ed affascinanti, ognuno in modo differente.

D: Dalla tua pagina Facebook vediamo che collabori con Conservation Rangers Operations Worldwide. Parlaci un po’ di questa organizzazione.

Kyt: C.R.O.W. Nasce nel 2017 dall’unione di volontari con esperienza più che decennale nel campo della conservazione provenienti da USA ed Europa. Si tratta di un’organizzazione trasparente e registrata ufficialmente in Texas che offre servizi esclusivamente gratuiti a tutti i parchi, sia governativi che privati. I servizi includono l’invio di istruttori con esperienze professionali nell’ambito dell’addestramento medico\paramilitare, all’invio di volontari come me per supportare i ranger sul campo, dalla donazione di materiali per le APU ( AntiPoaching Units) allo sviluppo di programmi di ricerca supportati da Università europee.

D: Oltre alla tua attività di ranger organizzi anche dei corsi di Man-Tracking. Ci spieghi di cosa si tratta?

Kyt: Dal Dicembre 2017  ho l’onore di essere Official Representative della Scuola Statunitense Hull’s Tracking School fondata da David Michael Hull, Tracker di oltre quarant’anni di esperienza. Il Tracking consiste nell’arte ( e scienza) di leggere, seguire e comprendere le tracce umane e animali. Le applicazioni sono ampiamente conosciute da secoli, poiché il Tracking è stato impiegato fin dall’era primitiva nei secoli in ambiente tattico (guerre indiane, guerra del Vietnam, guerra della Rhodesia, operazioni in Afghanistan solo per citarne alcune) in cui è ancora molto prezioso (esercito sudafricano, Marines, Navy SEALs) e Search & Rescue, rivelando la grande efficacia di quest’arte in confronto a operazioni a costi elevati che normalmente utilizzano elicotteri o cani molecolari. Questa abilità, utilizzata dagli umani sin dai primi cacciatori, sta scomparendo dalla conoscenza comune nonostante abbia ancora applicazioni utili nel mondo contemporaneo, come Surveillance, Search & Rescue, IED Prevention, S.E.R.E., Survival … Il Man-Tracking, in particolare, si concentra sulla ricerca e sulla comprensione dei segni umani (chiamati anche spoors) e può essere estremamente efficace per prevenire azioni criminali e terroristiche.

D: Segui altri progetti dei quali ci vuoi parlare?

Kyt: Ce ne sono moltissimi, sia in Italia sia all’estero, a partire dal Workshop incentrato sul Tracking che terrò nell’ambito del Bushcraft & Survival Course di Dave Canterbury a Marzo (8, 9, 10 Marzo, a Modena), in collaborazione con CIMONE OUTDOORS e OUTDOOR TRIBE.

D: Cosa hai in programma per i prossimi mesi?

Kyt: Seguire le mie nuove classi in Italia e in Europa e perfezionarmi io stessa prendendo parte ad alcuni corsi di Tracking in Inghilterra e Stati Uniti. Essere sempre allievi, come amo dire, è un assoluto privilegio.

D: Qualche settimana fa ci hai contatto perchè volevi intraprendere una collaborazione. Dal canto nostro siamo felici di supportare un’organizzazione come Conservation Rangers Operations Worldwide perché condividiamo i valori che la animano. Volevamo però sapere quando hai capito che Bivo poteva essere un utile alleato nelle tue missioni.

Kyt: Dal punto di vista della funzionalità del prodotto, BIVO si rivelerà certamente un validissimo alleato dei Rangers: leggero, facile da miscelare e da assimilare. Non c’è altro da aggiungere: perfetto per le missioni internazionali di C.R.O.W.!

D: Lo consiglieresti agli appassionati di outdoor e in generale agli amanti della vita all’aria aperta? Perchè?

Kyt: Assolutamente sì. Oltre alla già citata “praticità”, è un prodotto gustoso e decisamente privo di additivi nascosti poco salutari. Facile da preparare e perfetto sia come pasto caldo che freddo!