Le 10 Cose Di Cui Non Puoi Fare A Meno Se Fai Bushcraft (la 9 ti sorprenderà)

Sareste in grado di sopravvivere in un bosco grazie solamente al contenuto del vostro zaino? Gli appassionati di bushcraft sicuramente sì.

Il termine bushcraft è composta dalle parole inglesi bush (bosco) e craft (capacità) ed esprime proprio la filosofia di questa tecnica di sopravvivenza che ha lo scopo di recuperare le antiche conoscenze dei nostri avi e che il progresso ci ha fatto perdere.

Grazie all’esperienza e alle tecniche affinate dall’uomo durante la sua evoluzione, gli appassionati di bushcraft sono in grado di vivere in un ambiente naturale senza attrezzature tecnologiche. Questo grazie alle risorse che la natura mette a disposizione per soddisfare i nostri bisogni, a tecniche affinate nel corso dei secoli e ad una buona dose di coraggio. 

Ma ci sono 10 cose che un appassionato di bushcraft non può fare a meno di avere:

1.Zaino

Il compagno di viaggio della nostra avventura. La scelta dello zaino è cruciale: deve avere un telaio solido e la cerniera antipioggia. Vi consigliamo uno zaino spazioso, che sia in grado di contenere tutto l’occorrente, e comodo, che sia dotato di cuscinetto lombare.  

2.Tenda

La nostra casa deve avere queste caratteristiche: deve essere leggera da trasportare e confortevole da abitare. Anche il volume che occupa da chiusa è sicuramente una caratteristica da tenere in considerazione. La scelta che consigliamo ai professionisti è il Tarp.

3.Sacco a Pelo

Il nostro letto è necessario che sia caldo, poco voluminoso e leggero. Lasciate a casa il sacco a pelo che usavate nei campeggi estivi con la parrocchia e acquistate un prodotto tecnico che vi garantisca una temperatura di comfort anche in condizioni estreme. 

4.Coltello e coltellino multi-uso

Di strumenti da taglio per il bushcraft si potrebbe scrivere un’enciclopedia. E’ necessario avere con sè sia un coltello, sia un coltellino multi-uso, forse l’attrezzo principale di chi pratica il bushcraft grazie ai numerosi accessori.

5.Kit medico

Per ragioni di sicurezza nel nostro zaino non può assolutamente mancare un kit medico di base che contenga garze, cerotti, antidolorifico e disinfettante. Questa è l’unica cosa che speriamo che non dobbiate utilizzare mai nelle vostre escursioni. 

6.Bussola

Nelle notti senza stelle o nelle giornate nebbiose la bussola è assolutamente necessaria. Meglio se dotata di specchio e lente di ingrandimento ovviamente.

7.Fischietto

E’ sempre meglio portare con sè un fischietto di segnalazione, utile in moltissime occasioni.

8.Torcia

Una torcia elettrica frontale consente di montare il proprio campo base anche se il sole è calato da parecchio. Sceglietela in base all’autonomia e ricordiamoci di avere delle batterie di ricambio nello zaino.

9.Bivo

Bivo è un alimento sviluppato per fornire energia a lento rilascio per 4-5 ore. Si tratta di un alimento utilizzato da moltissimi appassionati di bushcraft perchè è in grado di fornire l’energia necessaria nelle situazioni in cui non è possibile reperire cibo. La resa energetica è assolutamente senza uguali contenendo in 114 grammi quasi 500 kcal. La busta è impermeabile e occupa pochissimo spazio nello zaino. Per nutrirsi è sufficiente versare il contenuto di una busta monoporzione nella vostra borraccia e agitare: in pochi secondi è pronto un pasto completo ed energetico. Bivo, il cibo di emergenza, pensato per il bushcraft. 

10.Borraccia

Consigliamo di avere con voi una borraccia che garantisca un litro di autonomia d’acqua potabilizzata. La borraccia tornerà utile anche quando dovrete alimentarvi con Bivo.

Per provarlo ad un prezzo esclusivo andate su https://www.bivo.it/prodotti/bivo-2-0-starter-kit/ e testate nella vostra prossima uscita l’alimento pensato per il bushcraft.